Quartetto Auner

Ravenna Festival
in collaborazione con Accademia Europea del Quartetto di Fiesole


 

Dedica:

Incontrai per la prima volta Piero Farulli alla Torraccia nei miei anni di studio. Cercavo quello che non avevo trovato in conservatorio e che era anche il motivo per cui Piero aveva abbandonato la sua cattedra di insegnamento per dare vita a un sogno: quello di aprire le porte della musica a tutti.
Mi si svelò una dimensione totalmente nuova ed iniziò una frequentazione intensa. Non potrò mai dimenticare il suo sorriso dolce e un po’ sornione dietro i modi burberi da gigante buono, le sue incursioni in classe mentre studiavo per compiacersi dei progressi, o quella volta che mi caricò dietro, sulla sua piccola spider rossa, raccattandomi per strada mentre vagavo alla ricerca del luogo di un concerto.
La sua grande passione per la musica e la sua carica umana hanno contagiato centinaia, oggi possiamo dire migliaia, di allievi e hanno fatto crescere nel nostro paese la consapevolezza della musica come bene prezioso per la persona e per la società, un fattore di civiltà da porre a fondamento dell’educazione e della formazione dei giovani.
Una conquista che è ancora lontana dall’essere compiuta e che ci vede oggi impegnati al fianco dei giovani, avendo per guida il suo esempio e la dolcezza indelebile del suo sorriso. Angelo Nicastro

Condividi questo Evento

Quartetto Auner

Daniil Auner, Barbara de Menezes Galante Auner violini
Nikita Gerkusov viola
Konstantin Zelenin violoncello

Hugo Wolf (1860 – 1903)
Italienische Serenade

Alexander von Zemlinsky (1871 – 1942)
quartetto per archi in la maggiore Nr. 1 op. 4

Egon Joseph Wellesz (1885 – 1974)
quartetto per archi Nr. 5 op. 60

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
quartetto per archi n.4 in do maggiore KV 157

in collaborazione con Accademia Europea del Quartetto di Fiesole

Dettagli Evento